Informativa
Questo sito utilizza cookie per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca sul pulsante "Più informazioni"
Sei qui: Home

Viaggio a Cuba di Carla F.

IL ..TOUR “LA CHIAVE DEL GOLFO” E IL MARE A PLAYA PESQUERO
Viaggio effettuato con la collaborazione di Rosalba
 

 Il turista che va a Cuba, naturalmente prima di partire si documenta: la storia, le città, gli usi ed i costumi locali, ecc.. ecc, ma ciò che scopre visitando questa isola è molto di più, è molto al di sopra delle sue aspettative. Almeno così è stato per me (e per le persone che erano con me), anche se per natura sono portata a non credere ciecamente a quanto raccontano le guide turistiche, sia pur qualificate.

Cuba è luce e suono: i suoi colori smaglianti danno vita a tutto ciò che vedi: dal verde brillante e intenso della vegetazione (e la valle di Viñales ne è uno splendido esempio), al colore del cielo ora azzurro terso, ora movimentato da nuvoloni bianchi o grigi che poi si scaricano in rapidi acquazzoni, ai vivaci vestiti delle persone, mentre il  mare assume, a seconda delle ore della giornata, le tonalità più diverse, dall’azzurro al turchese intenso, al violetto, colori che si affacciano su una spiaggia di sabbia bianca, quasi rosata.

Ed è suono, perché ovunque c’è musica: nei cortili delle case, agli angoli delle strade, nei giardini delle città, per non parlare delle case de la trova, dove ragazzi e adulti, uomini e donne e musicisti di professione  danno vita ad esibizioni di musica, di canto e di ballo, e non c’è differenza tra il giorno e la notte.

Anche se la povertà del Paese e le difficoltà economiche dei Cubani sono evidenti, la gente ha una grande dignità anche quando ti  chiede la biro o il sapone, e lo fa con garbo senza infastidire o farti temere lo scippo, così come il modo di vestire, semplice ed essenziale (d’altra parte il clima glielo consente) ti fa capire la cura e…la pulizia della persona.

Certo i loro tempi di azione non sono quelli dei nostri Paesi: è vero, a Cuba non bisogna avere fretta perché i Cubani la fretta non sanno che cosa sia, e portare a Cuba la “nostra” fretta è assolutamente inutile, anzi può rovinare la vacanza!

Ti colpiscono in tutta l’isola, le scritte che inneggiano alla rivoluzione ed al mito del CHE GUEVARA  la cui immagine campeggia ovunque, spesso accompagnata dalle parole di esaltazione di Fidel nei confronti del CHE.  Il Mausoleo di Santa Clara è enorme, imponente e direi eccessivo, ma l’emozione ti coglie (indipendentemente dalle idee politiche che il personaggio ha rappresentato) quando sosti sulla tomba del CHE sulla cui lapide brilla una stella nella penombra del locale  e quando visiti il museo con le testimonianze della sua vita, dalla cartella, alla pagella di scolaro, alle gigantografie delle sue battaglie e dei suoi incontri con i politici.

E torni a casa con le immagini di Trinidad, de La Havana, di Camagϋey nella mente e nel cuore.

  • Cuba1
  • Autore: rosalba
  • Hits: 417
  • Voto: Nessun Voto 
  • Commenti: 0
  • Cuba2
  • Autore: rosalba
  • Hits: 380
  • Voto: Nessun Voto 
  • Commenti: 0
  • Cuba3
  • Autore: rosalba
  • Hits: 389
  • Voto: Nessun Voto 
  • Commenti: 0
  • Cuba4
  • Autore: rosalba
  • Hits: 413
  • Voto: Nessun Voto 
  • Commenti: 0
  • Cuba5
  • Autore: rosalba
  • Hits: 381
  • Voto: Nessun Voto 
  • Commenti: 0
  • Cuba6
  • Autore: rosalba
  • Hits: 401
  • Voto: Nessun Voto 
  • Commenti: 0
  • Cuba7
  • Autore: rosalba
  • Hits: 430
  • Voto: Nessun Voto 
  • Commenti: 0
  • Cuba8
  • Autore: rosalba
  • Hits: 430
  • Voto: Nessun Voto 
  • Commenti: 0
  • Cuba9
  • Autore: rosalba
  • Hits: 404
  • Voto: Nessun Voto 
  • Commenti: 0
  • Cuba11
  • Autore: rosalba
  • Hits: 384
  • Voto: Nessun Voto 
  • Commenti: 0

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

preventivo1

Cerca

Iscriviti alla nostra newsletter

Riceverai tutte le novità e le offerte sui viaggi....

Racconti di viaggio dei visitatori

  • SOGGIORNO AL GRAN MELIA’ PALACIO DE ISORA, TENERIFE di R.P.–
    L’hotel, sitato ad Alcala, Tenerife,  è davvero all’altezza delle aspettative, il servizio eccellente e le camere, soprattutto se si trova posto nella zona “adult only”, garantiscono totale relax. Adult only è  una parte dell’hotel  non per famiglie, con piscina dedicata agli adulti e molto tranquilla. La posizione è splendida, in…
  • Il Viaggio in Messico di Carla F.
    DOPO MESSICO Al ritorno dal Messico i ricordi più profondi e vivi sono quelli che portiamo nella mente e nel cuore: non occorrono immagini ed oggetti per farli rivivere. Sono gli occhi luminosi dei bambini di San Cristobal, è la voce sommessa della bambina di Palenque che  ti invita, in…
  • Viaggio a Cuba di Carla F.
    IL ..TOUR “LA CHIAVE DEL GOLFO” E IL MARE A PLAYA PESQUERO Viaggio effettuato con la collaborazione di Rosalba   Il turista che va a Cuba, naturalmente prima di partire si documenta: la storia, le città, gli usi ed i costumi locali, ecc.. ecc, ma ciò che scopre visitando questa isola…
  • Viaggio in Russia di Enzo B.
    SPASIBO RUSSIA  ! Dopo tanti anni d’attesa finalmente io e mia moglie Rosalba dal 19 al 27 Luglio 2013 abbiamo fatto un viaggio in Russia che comprendeva San Pietroburgo, Mosca e un tour di due giorni all’Anello d’Oro (Serghijev Possad, Suzdal e Vladimir).Ci siamo affidati tramite la nostra amica Rosalba…
  • VENTO E SOLE A FUERTEVENTURA di Marina V.
    Alloggiamo a Corralejo, nell’estrema punta settentrionale, dove la spiaggia è nera per le rocce laviche ma la sabbia bianca ed il mare verdissimo. Di fronte, spettacolari, Lanzarote e l’isolotto de los Lobos. Tanto vento, che inganna e non lascia sentire il bruciore del sole che invece ci scotta come non…

I paesi che non ci sono più

  • Introduzione
    So che la definizione non è filologicamente esatta: in realtà i paesi che troverete in questa sezione e che ho avuto il privilegio di visitare non sono stati cancellati dalla carta geografica, non hanno cambiato né nome né capitale. Ma sono stati lacerati, feriti, violentati nella loro più intima essenza,…
  • SIRIA
    SIRIA Folgorata Sulla Via di Damasco   E' circa l'1,30 del mattino e dal finestrino dell'aereo vedo le luci di Damasco bucare il deserto. L'avventura è cominciata: due donne sole in Siria con in mano null'altro che un biglietto di andata e ritorno. Per ora Damasco è solo un passaggio, noleggiamo…
  • LIBIA
    LIBIA E’ solo un salto dall’altra parte del Mediterraneo ma è un’avventura in un altro tempo e in un altro spazio. Con un paio di brevi voli e due ore di autobus siamo a Germa, cittadina che fa da porta  all’Acacus. Ospita un minuscolo dolce museo ricco di reperti delle antichissime…
  • C'ERA UNA VOLTA L'IRAQ
    C'ERA UNA VOLTA L'IRAQ IRAQ 6 luglio 1999, ore 15: Rosalba lascia Amman su una vettura 4x4 con due compagni di viaggio e un autista. Missione di lavoro, un lavoro molto diverso da quello che faccio ora e che mi doveva portare a Baghdad. Erano gli anni dell’embargo, l’unica via per arrivare a Baghdad…

Chi è on line

Abbiamo 38 visitatori e nessun utente online