Informativa
Questo sito utilizza cookie per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca sul pulsante "Più informazioni"

Le mie collaborazioni

 

 

 

I viaggi di Aladino

racconti dei miei fantastici viaggi

-------------

Contattami su:

skype2

 mail

 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Sei qui: Home

VIAGGIO IN INDIA - ATTO II: RAJASTAN

Un altro felice imprevisto di lavoro mi riporta in India. Questa volta sarà il Rajastan, viaggio veloce ma sufficiente a farmi riinnamorare alla follia di questo paese. Partiamo a fine maggio, quando in Italia imperversa un tempo da lupi e Roma sembra Mosca a novembre, ma il viaggio è senza intoppi ed un grande aereo semivuoto scivola dolce verso oriente.Dopo una notte brevissima a Dehli, cominciamo un rapido tour della città: la grande Moschea, il forte, il Mausoleo del Mahatma Gandhi, fiamma eterna in un verdissimo giardino all’inglese.Poi inizia la lunga strada verso Agra: ecco l’India, suoni, colori vivacissimi, elefanti, vacche sacre, un’umanità colorata che corre lungo i finestrini del pullman. Il giorno seguente  è il giorno del Taj Mahal. Spero di non essere accusata di blasfemia, ma un pochino mi delude. Sarà che se ne parla tanto e ci si aspetta troppo, sarà il cielo grigio che spegne i…

VIAGGIO IN OMAN: ORO, INCENSO E MIRRA

Lungo il mio cammino in Penisola Arabica ho incontrato l'Oman, particolarissimo paese in prezioso equilibrio tra tradizione e modernità, quanto mai vario di paesaggi e persone.La capitale Masqat è bellissima, pulita e ordinata, la gente ha un senso civico da far invida al Nord Europa. Eppure è araba fino al midollo, inconfondibilmente araba.La Corniche affascina: file di case basse e bianche, a semicerchio attorno al golfo dell'Oman, dalle acque azzurro e verde, una moschea con la cupola gialla e blu, alle spalle un manto di montagne rosse e aspre. Un passaggio stretto porta al suq, dedalo di stradine traboccanti di profumi e colori, dove riempiamo le nostre gerle di ogni ben di Dio. Sulla bancarelle si trova anche la mirra, mitica resina dei Re Magi che ho visto solo nella Penisola Arabica.Appena al di là delle montagne c'è la vera capitale, con il palazzo del Sultano e gli edifici governativi,…

VACANZA IN BARCA A VELA

Un’emozione Profonda Come il Mare  Sono nata a Torino, ai piedi delle Alpi, in una giornata di fine gennaio che mi dicono fosse molto fredda e limpida, così limpida che allungando un braccio ti pareva di sfiorare le montagne. Eppure non le amo affatto le montagne, anzi: il mio cuore batte nei deserti arroventati  o sul mare. Per questo quando mi hanno prospettato la possibilità di 3 giorni in barca a vela ho visto realizzarsi uno dei miei tanti sogni di bambina.La nostra meta sono state le Isole Eolie  a fine aprile.Parto in compagnia di un’amica con un volo per Reggio Calabria, dove incontriamo il gruppo e la prima sera a bordo è di convivialità, reciproca conoscenza e allegria, nonostante un cielo brontolone che non sembra promettere nulla di buono.La prima notte io dormo come un orso: il leggero beccheggio nelle acque del porto mi culla più di qualunque ninna…

VIAGGIO IN MAROCCO

MAROCCO - Dolce paese di contrasti Le cicogne volano alte nel cielo di Marrakesh e io voglio restare  qui per sempre. Voglio contare le sillabe del richiamo del muezzin, le note del canto d’amore delle cicogne, i battiti dei loro becchi quando al tramonto planano e si incontrano nei nidi, voglio contare gli occhi dei bimbi e i fiori dei gelsomini. E quando sarò arrivata a mille vorrò contare i raggi del sole al tramonto, le stelle sopra il patio, le spine dei fichi d’India. E quando sarò arrivata a mille volte mille vorrò contare i granelli di sabbia del deserto, gli aghi dei pini dell’Atlante, i raggi di luna nelle notti di velluto. E quando sarò arrivata a mille volte mille più mille volte mille vorrò salire sopra i raggi di una stella e contare gli attimi del tempo eterno sopra il cielo di Marrakesh. Sono in un Ryad…

UN VIAGGIO IN SENEGAL

In Senegal con un viaggio di Turismo Sostenibile. Questo sarà un viaggio diverso, lontano dai circuiti turistici tradizionali. Sarà un incontro con le popolazioni locali, conoscenza delle loro culture, condivisione della loro vita per qualche giorno, supporto anche economico a progetti che possano far crescere il loro paese, la mia prima esperienza di questo tipo di turismo in cui credo molto. Il primo giorno, dopo aver attraversato Dakar, saliamo su di un battello bollente, affollatissimo, brulicante di colori sgargianti e di bambini chiassosi, odorante di profumi nuovi e che ci porterà all’isola di Gorè. L’isoletta è un pugno nello stomaco. Era il principale punto di raccolta degli schiavi dell’Africa centrale, il più vicino alle Americhe, da cui partivano le navi cariche di uomini incatenati. La straziante Maison des Esclaves è una Dachau in miniatura, molto più lontana da noi nel tempo e nello spazio ma non lontane sono le emozioni…

SOGGIORNO A BERENICE, MAR ROSSO

L’ultimo angolo vergine del Mar Rosso. Berenice: poetico nome per una città del 275 a.C., di cui non resta praticamente nulla, dedicata a Berenice I, la madre del fondatore. La delicata leggenda della regina che offrì la chioma agli dei in cambio della salvezza del marito partito per la guerra, qui non c’entra nulla. La località turistica è situata sulla baia di Lahami, che si affaccia sul Mar Rosso, in una zona ancora poco sfruttata turisticamente, quasi ai confini con il Sudan. Solo pochi alberghi, tra il mare e il deserto. Io ho alloggiato al Wadi Lahami Azur Resort, villaggio a villette tra mare e giardino, con il reef a pochi passi dalla riva, una grande spiaggia attrezzata e la spiaggetta “relax”, piccola, raccolta, tranquilla, di fronte ad un mare di un blu mai visto. L’hotel, oltre alla sua invidiabile posizione, offre camere confortevoli, un buon ristorante, SPA, miniclub, una…

VIAGGIO IN INDIA - ATTO I

Il primo approccio Un felice imprevisto di lavoro mi portò alcuni anni fa fin dove non pensavo sarei mai arrivata: nell’India misteriosa e lontana. Il primo viaggio in India ha per tutti un profumo particolare, un profumo che stupisce e sconcerta, affascina e innamora. L’India è un continente sconfinato che nessuno può dire di conoscere, men che meno chi vi passeggia  velocemente per qualche giorno soltanto, eppure entra dentro con una sottile malia che non se ne va mai più e porta con sé il desiderio irrefrenabile di tornarci. Sono milioni di sfumature di colori, di paesaggi e di moti dell’anima, sono pugni violenti nello stomaco, contraddizioni crudeli e dolcissimi paesaggi consolatori. Impossibile dimenticarla, quasi scontato innamorarsene, obbligatorio lasciarsi andare e viverla, buttando via analisi razionale e pregiudizio. Le ore di volo già preludevano alla magia che avrei  trovato a terra: il cielo era stato completamente sereno dal primo istante…

ISCHIA, IL MIO PERSONALE PARADISO

Tre bambini giocano sulla striscia di sabbia lasciando impronte lievi che si confondono le une con le altre. Il promontorio di Sant’Angelo ha un colore verde scuro arrossato dall’ultimo sole. Un raggio potente si riflette sulla vetrata di uno yacht e ferisce dolcemente i miei occhi. Le increspature delle onde sono disegni multiformi e in perenne mutamento e cesellano la sabbia con una musica soave. Di fronte, limpidissima, Capri: si distinguono le case, la vegetazione, le frastagliature delle sue coste, il digradare irregolare verso destra, le gole profonde e la scogliera vertiginosa a sinistra. Sullo sfondo nuvolette bianco rosa soffici e vaporose, come le ali degli angeli delle oleografie dei libri di quando ero bambina. Sant’Angelo è un villaggio piccolo, raccolto e luminoso, fa sognare di tempi passati, di amori da film e di storie romantiche. Nasce abbarbicato su una collina aperta sopra una scogliera a picco, cale e calette…

YEMEN - PRESEPI NEL DESERTO

YEMEN: PRESEPI  NEL  DESERTO In una limpidissima giornata di agosto parto su di un Airbus verso la Penisola Arabica, destinazione San’a’. Dopo la distesa blu del Mediterraneo  sorvoliamo il Nilo, il grande serpente azzurro scivola nel giallo oro del deserto e tra le oasi indovino la piramide naturale della Valle dei Re e l’inizio del Lago Nasser. Poi si devia ad est, contro il sole che si sta abbassando ed il video di bordo annuncia che si stiamo avvicinando alla Mecca. La scorgo alla mia sinistra, immenso lago di  luci nel deserto. Immagino di vedere la Grande Moschea e la folla dei pellegrini ed è un’emozione intensissima. L’aeroporto di San’a’ è piccolo e modesto, quasi tenero e primitivo al tempo stesso, forse una premonizione del paese. La città è bella da far piangere, sospesa in un luogo lontano e fiabesco, al di là del tempo e dello spazio. Le sue…

ZAGARE E LIMONI: SICILIA OCCIDENTALE

E’ un ritorno, ma dopo tanto di quel tempo che è come se fosse una prima volta e per alcuni luoghi lo è davvero. Ad esempio Mothia, con lo stagnone, i mulini a vento, le saline:  spettacolo suggestivo davvero nonostante nuvole che vanno e vengono. Peccato che la raccolta del sale sarà tra qualche settimana e non ci siano ancora le classiche piramidi bianche. Non lontano ritrovo Marsala, luminosa, ariosa, ricca di monumenti barocchi, sonnacchiosa nel meriggio siciliano, raccolta, affascinante: sembra promettere romantiche pittoresche serate, promesse che invece non mantiene. La sera di Marsala è spenta e triste, deludente. Non delude sicuramente Erice, con la sua rocca che troneggia sulla collina. Dalle rovine del Palazzo di Dedalo si vede la costa splendida, baie, il Monte Cofano, colline in parte riarse in parte coperte di macchia mediterranea. All’interno delle mura medievali la cittadina è un dedalo di stradine e chiese medievali,…

FANTASIA TURCA

FANTASIA TURCA Dal cielo sopra il Bosforo, mentre l’aereo si avvicina a terra, si intravvedono i primi minareti turchi, così diversi, così lontani dallo scintillio di colori del Medio Oriente a cui sono abituata. Temo siano presagi grigi e spogli. Le prime ore dopo l’atterraggio paiono confermare questa impressione: le strade polverose sembrano aver colorato anche le moschee ed i palazzi e già mi mancano le cupole d’oro. Ma il mattino seguente c’è un sole sfolgorante, la colazione è su una meravigliosa terrazza sul Bosforo, a destra la Moschea Blu, a sinistra Santa Sofia e non mi manca proprio nulla. Tra Istanbul e me è nato quel mattino un amore forte, repentino ma non passeggero, un amore inatteso, di quelli che durano nel tempo e si insinuano nelle pieghe più profonde. La città è fantastica, piena di colori, di suoni e di volti amici, sfavilla di smeraldi e diamanti al…

TOUR UZBEKISTAN SULLA VIA DELLA SETA

Tanti anni fa era arrivata al mio ufficio una cartolina raffigurante una moschea con il suo minareto: pur essendo solo una fotografia emanava una luce così ammaliante che mi emozionò. Proveniva da Samarcanda e giurai che prima o poi avrei raggiunto quell'angolo remoto. E ce l'ho fatta: una notte di agosto finalmente scendo da un aereo nell'aria tiepida e asciutta di Tashkent.La capitale è una città ariosa, con grandi viali, grandi parchi, un enorme mercato pulito e ordinato, ricco di frutta  e ortaggi lussurreggianti e profumati e dove comincio a familiarizzare con i visi rotondi, gli occhi leggermente a mandorla e la stupefacente dolcezza di questa gente, nata da innumerevoli mescolanze e compenetrazioni. Poco dopo arriva Samarcanda, "un nome che canta" come scrisse Terzani. Nella piazza del Registan ho pianto e non me ne vergogno. Sarà pure molto rimaneggiata, ma l'oro e l'azzurro sfolgorante delle cupole, la maestosità e l'armonia…
VIAGGIO IN INDIA – ATTO III – DAL GANGE AL BENGALA Nessun imprevisto da ringraziare questa volta, di nessun genere: viaggio profondamente desiderato e scelto con cura in ogni tappa. Inizia con una giornata a Mumbay, ospite dell’amico incontrato anni fa nel primo viaggio. Sembrano passati secoli: l’aeroporto ora è degno di una grande città moderna e parecchie delle sacche di degrado sono fortunatamente sparite. Sognavo di visitare Bollywood: il cinema e le sue magie mi affascinano in ogni loro forma. Ma Bollywood non è Hollywood e nonostante gli sforzi del mio amico i visitatori non sono graditi, ci è concesso solo un  giro furtivo  sulla collina ricoperta di vera jungla dove sorgono gli studios. Da Mumbay a Jaipur, un veloce déjà vu in favore dell’amica che viaggia con me ed è alla sua prima esperienza indiana. Questa volta il Palazzo dei Venti non ha impalcature e rifulge nel sole,…

preventivo1

Utenti registrati



Cerca

Iscriviti alla nostra newsletter

Riceverai tutte le novità e le offerte sui viaggi....

Racconti di viaggio dei visitatori

  • Viaggio a Cuba di Carla F.
    IL ..TOUR “LA CHIAVE DEL GOLFO” E IL MARE A PLAYA PESQUERO Viaggio effettuato con la collaborazione di Rosalba   Il turista che va a Cuba, naturalmente prima di partire si documenta: la storia, le città, gli usi ed i costumi locali, ecc.. ecc, ma ciò che scopre visitando questa isola…
  • NEW YORK SPETTACOLARE, BAIA HIBE UN “QUASI PARADISO” di Giancarlo L.
    A chi mi chiede “Com’ è N.Y., è bella?”  non ho altra parola con cui rispondere, se non “spettacolare”. No, non posso dire che è bella perché i miei criteri estetici in fatto di urbanistica ed etnografia rispondono ad altri parametri. Ma spettacolare sì, perche con questo termine riesco ad…
  • Il Viaggio in Messico di Carla F.
    DOPO MESSICO Al ritorno dal Messico i ricordi più profondi e vivi sono quelli che portiamo nella mente e nel cuore: non occorrono immagini ed oggetti per farli rivivere. Sono gli occhi luminosi dei bambini di San Cristobal, è la voce sommessa della bambina di Palenque che  ti invita, in…
  • SOGGIORNO AL GRAN MELIA’ PALACIO DE ISORA, TENERIFE di R.P.–
    L’hotel, sitato ad Alcala, Tenerife,  è davvero all’altezza delle aspettative, il servizio eccellente e le camere, soprattutto se si trova posto nella zona “adult only”, garantiscono totale relax. Adult only è  una parte dell’hotel  non per famiglie, con piscina dedicata agli adulti e molto tranquilla. La posizione è splendida, in…
  • Viaggio in Russia di Enzo B.
    SPASIBO RUSSIA  ! Dopo tanti anni d’attesa finalmente io e mia moglie Rosalba dal 19 al 27 Luglio 2013 abbiamo fatto un viaggio in Russia che comprendeva San Pietroburgo, Mosca e un tour di due giorni all’Anello d’Oro (Serghijev Possad, Suzdal e Vladimir).Ci siamo affidati tramite la nostra amica Rosalba…

I paesi che non ci sono più

  • Introduzione
    So che la definizione non è filologicamente esatta: in realtà i paesi che troverete in questa sezione e che ho avuto il privilegio di visitare non sono stati cancellati dalla carta geografica, non hanno cambiato né nome né capitale. Ma sono stati lacerati, feriti, violentati nella loro più intima essenza,…
  • SIRIA
    SIRIA Folgorata Sulla Via di Damasco   E' circa l'1,30 del mattino e dal finestrino dell'aereo vedo le luci di Damasco bucare il deserto. L'avventura è cominciata: due donne sole in Siria con in mano null'altro che un biglietto di andata e ritorno. Per ora Damasco è solo un passaggio, noleggiamo…
  • LIBIA
    LIBIA E’ solo un salto dall’altra parte del Mediterraneo ma è un’avventura in un altro tempo e in un altro spazio. Con un paio di brevi voli e due ore di autobus siamo a Germa, cittadina che fa da porta  all’Acacus. Ospita un minuscolo dolce museo ricco di reperti delle antichissime…
  • C'ERA UNA VOLTA L'IRAQ
    C'ERA UNA VOLTA L'IRAQ IRAQ 6 luglio 1999, ore 15: Rosalba lascia Amman su una vettura 4x4 con due compagni di viaggio e un autista. Missione di lavoro, un lavoro molto diverso da quello che faccio ora e che mi doveva portare a Baghdad. Erano gli anni dell’embargo, l’unica via per arrivare a Baghdad…

Chi è on line

Abbiamo 13 visitatori e nessun utente online